Il tronco d’arredo ovvero “il tronchetto della felicità”

Il tronco d’arredo

Il tronco d’arredo un oggetto di design direttamente dalla natura.

Principio attivo.

Una sezione di tronco, utilizzata come elemento d’arredo è un attivatore di piacere per l’indiscussa bellezza della natura.
Un elemento di legno naturale all’interno della casa crea sempre un forte impatto emotivo perché non ha subito grandi trasformazioni, ed è portatore di energia creativa.
Un piccolo ceppo di legno è facile da recuperare (potete chiedere ad un giardiniere, ad un falegname o a noi tramite il servizio TROVO TUTTO) e da elaborare con una azione di scortecciamento e levigatura eseguibile anche dai più inesperti appassionati di “fai date”.

Indicazioni “terapeutiche”

Utile come piccolo piano d’appoggio o come sgabello, una sezione di tronco si presta a molteplici usi e si può inserire in ogni stanza.
La forza e l’energia del legno portano in ogni ambiente lo stimolo alla creatività e alla ricerca di nuove soluzioni ai problemi della vita. I sentimenti più stimolati dagli elementi d’arredo di legno sono la gentilezza, la fratellanza, la generosità e l’amore romantico.

Le controindicazioni.

Non vi sono particolari controindicazioni, un elemento naturale è bello in ogni ambiente.
Come sempre accade per ogni cosa però non bisogna eccedere per non correre il rischio di trasformare la propria casa in una baita di montagna anche se si abita nel centro di Milano.

Le precauzioni d’uso

Un tronco di legno, per quanto piccolo, ha un peso proprio e va quindi sempre verificata la stabilità. Attenzione quindi al rapporto base e altezza e al diametro.
La base dovrà essere perfettamente levigata e stabile. Se avete il timore di poter rigare il pavimento vi consiglio di applicare sulla base, non dei feltrini piccoli, ma un foglio adesivo di feltro che si estenda su tutta la superficie ed impedisca al tronco di traballare.

Le interazioni con altri elementi d’arredo.

Inserire un elemento di legno naturale in un arredo comporta una visone d’insieme obiettiva  e delle scelte di combinazioni di colori e materiali ben ponderata.
Anche se un oggetto, un elemento d’arredo e di design ci piace tantissimo non è detto che  stia sempre bene nella nostra casa.
Va detto che il legno si può anche colorare, anche se personalmente penso che l’unico colore possibile sia il bianco per non snaturare il legno e renderlo davvero kitsch .

tonco tavolino

Personalmente non amo che nello stesso ambiente vi sia una varietà di legni (mobili, oggetti, pavimento ecc.) se volete dare risalto al vostro tronchetto fate in modo che sia l’unico elemento in legno naturale della stanza. Il legno si abbina bene a colori neutri e pastello, evitate l’abbinamento con colori troppo accesi come il rosso e l’arancione.

Se avete optato per un tronco di legno molto chiaro ma avete un pavimento in legno scuro potete utilizzare un tappeto che copra il pavimento e dia risalto al legno del tronco.

Le avvertenze speciali

Se in casa avete bambini piccoli vi sconsiglio di usare i tronchetti come sgabelli o tavolini, potrebbero rovesciarsi e diventare oggetti particolarmente pericolosi.tonco tavolino camera bimba
Se però all’idea di una sezione di albero proprio non volete rinunciare potete optare per una  sezione di tronco più bassa e larga, e utilizzarla come tavolo da salotto.

tavolino salotto fetta troco

 

La quantità

l mio consiglio è sempre quello che poco è meglio, quindi mai più di due in una stanza ma soprattutto concentratene l’uso in un unico ambiente della casa:
In salotto

tronco coffe table
In camera

tronco d'arredo comodino
In bagno

tronco bagno

Sovradosaggio

Se vi siete lasciati prendere la mano e avete sparpagliato in tutta la casa tronchi e tronchetti, con l’inevitabile risultato che ormai la vostra casa è simile a quella di boscaiolo, il mio consiglio è quello di fermare l’entusiasmo e iniziare a regalarli ad amici o a persone che hanno un caminetto.

Postereste però salvarne uno di quelli di troppo e farlo tagliare a fette per realizzare dei piacevoli sotto piatti come quelli della foto.

fette tronco sotto piatto

Effetti indesiderati

Troppi elementi in legno non sono molto indicati per le persone che già di natura sono disordinate o fanno fatica ad organizzare le giornate.
L’energia del legno è molto vivace e può accentuare le caratteristiche dispersive di certi caratteri che faticano a portare a termine le loro occupazioni per un eccesso di curiosità ed interessi.

 

Lascia un commento