Trasloco: un’occasione per cambiare stile alla tua casa. ( Fase 1)

Trasloco una occasione per cambiare stile alla tua casa

Trasloco un’occasione per cambiare stile alla tua casa … in due fasi!

Indubbiamente un trasloco è una grande fatica, posso dirlo a pieno titolo, visto che in pochi anni ho traslocato più volte, però (magica parola)  può essere anche una fantastica opportunità per creare la casa che hai sempre desiderato.

Con un pizzico d’astuzia, una dose di coraggio e qualche saggio consiglio, il passaggio da un’abitazione all’altra può trasformarsi in una splendida opportunità.  Il trasloco sarà l’occasione, che cercavi da tempo, per avere una casa di stile, piccola o grande che sia, senza spendere una fortuna, ottimizzando i tuoi vecchi mobili e sfruttando al meglio ogni spazio.

Perché tutto questo sia possibile, il trasloco deve essere ben pianificato.

Purché tu non debba traslocare in super fretta, e altrettanta furia, cerca di sfruttare al meglio il mese antecedente al trasloco.

Ecco come fare

FASE 1.

1) Indispensabile avere la planimetria della nuova casa con tutte le misure (corrette e verificate) di ogni stanza.

2) Decidi quali mobili portare nella nuova casa e quali no. In questa prima fase si può anche decidere di portare tutto, ma tutto deve avere un posto bene definito e pensato nella nuova casa.

 

3) Con l’aiuto di un porta listini (i quaderni che hanno delle buste in plastica al posto delle pagine)  crea un piccolo catalogo, con tutte le misure, dei mobili che hai deciso di portare nella nuova casa. Puoi anche crearlo digitale, la cosa importante è che tu abbia tutto sottomano.

4) Dedicati con zelo, ardore e un bel  po’ di spirito critico all’esame di scartoffie, abiti, oggetti, stoviglie, ecc. Visto che dovrai fare gli scatoloni per il trasloco, prendi questa operazione come una grande occasione per liberarti del superfluo. Dividi le tue cose in indispensabili, forse si forse no, da riciclare, da regalare, da portare al macero.

Gli indispensabili: sono tutti gli oggetti in buono stato e funzionanti che utilizzi almeno una volta all’anno. Sono oggetti che ti piacciono e rispecchiano il tuo gusto. Sono ricordi dai quali non ti separeresti mai perché il solo vederli, o averli tra le mani, ti trasmette pace e benessere. Ricordati che ognuno in famiglia ha i suoi oggetti indispensabili e che le scelte di ognuno vanno rispettate per non causare piccoli traumi che, alle volte, proprio piccoli non sono. Cerca di essere una buona guida per i tuoi cari. Ricordati che convincere con un sano ragionamento va bene … prevaricare senza sentire ragioni assolutamente no!

Forse si forse no: sono tutte quelle cose di cui non sai bene cosa fare…per il momento tienile raggruppate in un limbo. Puoi anche fare degli scatoloni e portarli nella nuova casa, spesso è li che si sciolgono le riserve, quando ti renderai conto che per loro proprio non c’è spazio.

Da riciclare: sono oggetti ancora in buono stato che puoi anche provare a vendere, o semplicemente portare ad un mercatino dell’usato. Per i pezzi  più grandi e pesanti, in molte città, c’è la possibilità di usufruire di un servizio di ritiro gratuito, da parte della nettezza urbana. Ci sono anche molte onlus  che sono molto felici di poterti liberare di cose che saranno molto utili ad altre persone meno fortunate.

Da regalare: puoi anche organizzare un mercatino domestico, aperto alle tue amicizie, per donare le cose in buono stato che a te non servono ma ad altri invece si.

Io ho regalato molte cose sfruttando i social. Su face book, in molte città, ci sono dei gruppi che si chiamano “te lo regalo se te lo vieni a prendere” (con varie varianti). Il principio di questi gruppi e che se hai una cosa che non ti serve più la puoi fotografare, postare  nella pagine e regalarla al primo della coda che dovrà venirselo a prendere.

Al macero: ovvero nei cassonetti della raccolta differenziata. Dopo tanta scrematura, vedrai che ti rimarrà poco da gettare, ma fallo…è inutile trascinare con se (e per giunta nella nuova casa) cose che sono solo spazzatura.

Fino a qui direi che non c’è niente di nuovo e di trascendentale. Un po’ una gran rottura ma si sa ogni cambiamento richiede uno sforzo.

Però eccomi qua! Sono pronta ad affrontare con te la fase 2.

Nella fase 2 ti aiuterò a fare del trasloco una occasione per cambiare stile alla tua casa, a disporre i mobili con gusto e praticità e ad inserire dei tocchi di novità che renderanno la tua abitazione un luogo davvero caldo e accogliente…. seguimi !!!!

Se hai domande dubbi  non esitare a contattarmi lo puoi fare scrivendomi o anche telefonandomi (346 73 181 30) … senza impegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.