Testa di rapa!

Scuola e cucina…..non sono poi così lontane,  preparare una lezione ha bisogno di buoni ingredienti, sapori nuovi e antichi,qualche spezia esotica, un pizzico di sale qb e un bel po’ di passione…..come per un buon piatto, e poi la prof  prepara le lezioni e corregge le verifiche sempre sul tavolo di cucina!!

E a scuola, quando ormai si comincia ad intuire come finirà l’anno, si sono gettati i semi, si vedono o non vedono i frutti….iniziano i paragoni culinari:la ciambella non è riuscita, la torta va confezionata bene…. non si può cavar sangue dalle rape…”Questo adesso prof che vuol dire?Mica siamo rape!!”

Occhi sbarrati e grande indignazione….Cosa vuol dire l’antico proverbio toscano? ”Voler ottenere qualcosa da qualcuno o da qualcosa che non è assolutamente in grado di darlo. Ostinarsi a fare una cosa improduttiva, perdendo tempo e fatica.”…Insegnare quindi!!

Poi,tornando a casa il Fato ti fa trovare nella spesa bio un mazzo di…RAPE!

Ma allora è destino!! E che si fa con le rape? Queste poi hanno delle bellissime foglie, fresche e lucenti…che si possano mangiare?

 

 

 

 

 

 

 

 

Ricerca …Le proprietà della rapa rossa:

Sono ricche di fibre ed hanno un sapore leggermente dolciastro.

  • Contengono molte preziose sostanze che facilitano la digestione, il funzionamento del fegato e l’abbassamento del colesterolo. In presenza di irregolarità intestinali, emorroidi e meteorismo, la rapa rossa è l’alimento rinfrescante per eccellenza.
  • Come tutte le radici, è ben provvista di sali minerali, in particolare magnesio, fosforo, calcio, potassio e ferro, che si rivelano molto utili sia per gli amanti dello sport sia per chi soffre di anemia.
  • La presenza di vitamina C apporta invece benefici al nostro sistema immunitario rafforzandolo e l’acido folico, in unione conla Betaine, rinforza i vasi capillari contribuendo a mantenere in salute il sistema cardiocircolatorio.
  • Gli antociani, pigmenti idrosolubili presenti in abbondanza nella barbabietola rossa, appartenenti alla famiglia dei flavonoidi, hanno forti proprietà antiossidanti in grado di apportare benefici al microcircolo ed al cuore in particolare.
  • Il succo centrifugato di barbabietola rossa ha proprietà molto interessanti: in primis è stato dimostrato da studi condotti in Inghilterra ( The London school of Medicine ) che bere quotidianamente circa mezzo litro di succo di bietola rossa al giorno diminuisce la pressione alta e l’ipertensione. I risultati sarebbero visibile già dopo pochi giorni  con un evidente calo dell’ipertensione. Allo stesso tempo studi clinici lo considerano utile in caso di tumori maligni.
  • Il valore energetico delle radici è di 34 calorie per100 grammi,il contenuto di zuccheri del 5-6%
  • Le proprietà officinali di questo ortaggio erano ben note ai romani, i quali la impiegavano come calmante della febbre
  • La polpa trova impiego anche in cosmesi: ridotta in purea è una maschera di bellezza adatta anche a ridurre gli arrossamenti della pelle. I pigmenti rossi della barbabietola macchiano le mani con facilità. Per eliminare le macchie è sufficiente il succo di mezzo limone.

Mmmmh! E chi l’avrebbe detto? Rape for ever! Direbbero i miei alunni….forse il sangue no,ma se curano l’anemia le rape, qualche speranza per la conclusione dell’anno c’è!

Ma le foglie,queste belle foglie lucenti??Le buttiamo??Ma no!Anche le foglie hanno effetti benefici e si mangiano! Allora ci si inventa una “benefica” ricetta!

Torta salata di foglie di rapa rossa e formaggio.

Ingredienti per 4 persone:

Un rotolo di pasta sfoglia

Foglie di un mazzo di 5/6 rape rosse

Una decina di fette sottili di pancetta arrotolata

5 fette sottili di formaggio tipo Edamer o fontina dolce

2 patate medie lessate

2 uova.

Uno/due  spicchi d’aglio

Olio extravergine di oliva

Sale e pepe qb

 

Lavare le foglie di rapa e lessarle in poca acqua salata,meglio se al vapore nel cestello della pentola a vapore. Poi  raffreddarle subito in acqua fredda,lasciarle scolare in un colapasta,senza strizzarle, per non perdere il succo.

Una volta scolate bene,tritarle grossolanamente,soprattutto i gambi più grossi,metterle in una padella antiaderente con poco olio d’oliva e saltarle con gli spicchi d’aglio interi,a piacere,un pizzico di sale e uno di pepe. Togliere gli spicchi d’aglio e lasciar intiepidire.

Nel frattempo stendere la pasta sfoglia in una teglia lasciandole la sua carta forno,bucherellare il fondo con una forchetta e coprire il fondo prima con le fettine di pancetta arrotolata,poi con le fette di formaggio.

Unire alle foglie di rapa saltate due uova sbattute,le patate lessate tagliate a piccoli pezzi sale e pepe qb.

Versare il composto di foglie e uova nella teglia, sopra le fette di formaggio e livellare bene Ripiegare i bordi della pasta foglia all’interno e togliere la carta forno in eccesso.

Infornare a 180° per mezz’ora circa,controllando il grado di cottura. Sfornare e servire tiepida.

 

Varianti: La pancetta e/o il formaggio si possono togliere in caso di allergie o diete ipocaloriche.

Si può togliere anche la pasta sfoglia e mettere l’impasto di foglie di rapa rossa e uova direttamente in una teglia antiaderente appena unta d’olio .Poi infornando a 180° per una ventina di minuti, controllando il grado di cottura con uno stecchino, si otterrà un’altrettanto ottimo tortino al forno,più leggero ma altrettanto ricco di principi benefici!!Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.