Pulizie: una meditazione in movimento.

Pulizie: una meditazione in movimento.

Pulizie: una meditazione in movimento.

Ogni anno, all’affacciarsi della bella stagione ho voglia di lunghe passeggiate e di stare all’aperto, mentre in autunno ho voglia di momenti di relax accoccolata sotto ad una copertina calda mentre leggo un buon libro. Così, cerco di archiviare il più presto possibile il capitolo pulizie approfondite della casa, per ritagliarmi del tempo per me in mezzo alla natura o tra i cuscini del divano.

Con un po’ di metodo questo è possibile e nel blog di CASAtherapy troverai tanti consigli utili nella sezione: Organizza la tua casa.

Da qualche tempo, grazie ad un libro, molto prezioso per me, scritto dal monaco vietnamita Thich Nhat Hanh “Il miracolo della presenza mentale”, Ubaldini Editore, ho iniziato a trasformare le pulizie quotidiane in uno spazio tutto mio di meditazione.

Il libro di Thich Nhat Hanh è un manuale di meditazione per trasformare ogni atto della vita quotidiana, dal lavare i piatti al bere una tazza di tè, in un’esperienza gioiosa, totale e illuminante.

Presenza mentale significa essere presenti con la mente mentre si compiono gesti quotidiani; quindi, anche quando si fanno le pulizie.

Tutti i sensi si concentrano su quello che si sta facendo e soprattutto sul respiro. Quando la mente inizia a fuggire dal momento presente il segreto sta nel fare dei respiri profondi e ritornare a concentrare l’attenzione su ciò che si sta facendo. In questo modo ci si allena a vivere nell’unico spazio-temporale in cui possiamo agire consapevolmente: Il Presente!

Vivere nel presente vuol dire vivere veramente e con infinita gioia e gratitudine per ciò che si ha e si sta facendo. Quando la mente sfugge in avanti, verso un futuro di cui possiamo solo fare delle supposizioni o torna nel passato, che non possiamo più modificare e che ha la stessa consistenza di una scia lasciata nel cielo, da un aeroplano di passaggio, rischiamo solo di provare sentimenti irreali e spesso contro producenti.

Il presente è l’unica realtà che puoi osservare, concentrandoti sul tuo respiro. Quel magico movimento di inspirazione ed espirazione che racchiude il segreto della tua vita terrena.

Pulizie: una meditazione in movimento.

Ecco qualche consiglio per praticare la presenza mentale mentre fai le pulizie.

Innanzi tutto, prepara tutto l’occorrente per le pulizie: stracci, spugne detersivi, secchio, eccetera. Quando hai tutto pronto siediti su una sedia, mantieni la schiena dritta e i piedi ben appoggiati per terra. Accenna a un sorriso per rilassare il viso. Inizia ad inspirare ed espirare lentamente e mantieni l’attenzione sul tuo respiro, concentrandoti sul movimento dell’addome. All’inizio dell’inspirazione lascia che l’addome si sollevi per fare entrare l’aria nella parte inferiore dei polmoni, poi espira lentamente svuotando addome e polmoni.

L’espirazione sarà più lunga dell’inspirazione.

Concentrati sul respiro per qualche minuto in modo da essere ben consapevole dei movimenti del tuo corpo quando respiri. A questo punto inizia le tue pulizie portando la tua attenzione su ogni gesto che fai.

Ogni oggetto o superficie che pulisci sarà un oggetto di contemplazione. Se la tua mente si distrae e ti accorgi che stai pensando ad altro riconcentrati sull’ascolto del tuo respiro. Puoi anche contare mentre respiri. Ho notato che la mente impegnata a contare i respiri si sposta su altri pensieri più raramente.

All’inizio dovrai tirare le redini dei tuoi pensieri spesso, ma andando avanti con la pratica sarà sempre più facile e ti accorgerai che pulire casa è molto più rilassante e benefico di quanto pensavi.

Il mio consiglio e di praticare la consapevolezza mentale, abbinata alle pulizie, per mezzora al giorno. Così avrai una casa sempre pulita e una mente leggera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.