Pulizie “terapeutiche”: cap.1 la cucina

Pulizie terapeutiche la cucina.

Pulizie “terapeutiche”: la cucina

Che le pulizie a volte siano una gran scocciatura, soprattutto quelle di primavera, che richiedono un grande sforzo fisico, è una certezza. Del resto il sole primaverile è inesorabile, ogni granello di polvere sembra una illuminato da un faro, ed è quindi impossibile ignorarlo!!!

Già altre volte nel blog ho parlato dell’aspetto “terapeutico” delle pulizie e del riordino della casa, come una sorta di depurazione che ci può essere d’aiuto per affrontare con maggiore energia la quotidianità. Ecco quindi qualche riflessione per affrontare l’ingrato compito e trasformarlo in una esperienza positiva. Dopo aver pulito e riordinato ogni singola parte della casa sarà interessante fermarsi a guardare e ad assimilare ciò che il nostro sguardo ci trasmette come effetto positivo per la nostra mente.

Pulizie terapeutiche: la cucina

Riordina e pulisci  pensili, armadietti e  credenze:

Ecco che….

Cosa vedo: armadietti in ordine e ingredienti a portata di mano

Cosa provo: Liberarsi di roba vecchia e avvizzita fa aumentare l’energia.

Pulizia di piccoli elettrodomestici.  

Collocali negli spazi a loro dedicati, ripara o rimuovi quelli rotti. Vendi o regala  quelli che non  usi mai, ed occupano solo molto posto.

Ecco che….

Cosa vedo:  piani liberi e armadietti più ordinati

Cosa provo: la soddisfazione di sentirsi circondati solo da oggetti utili e funzionanti.

Pulizie terapeutiche la cucina.

Pulisci a fondo il frigorifero

Ecco che….

Cosa vedo:  Un frigo/freezer pulito e senza batteri

Cosa provo: la sensazione di prendermi cura della salute della famiglia.

Rivedi con attenzione tutte le stoviglie di casa

Aggiusta o liberati di quelle rotte irrimediabilmente. Pensa ad un ri-uso creativo. Controlla oggetti spaiati per poi decidere se comprarne di nuovi più pratici allegri e colorati.

Ecco che….

Cosa vedo: rimarranno soltanto gli oggetti da utilizzare con vero piacere

Cosa provo: nessuna irritazione quando arriva il momento di apparecchiare.

Pulisci a fondo i bidoni della spazzatura

Differenzia carta, plastica, lattine e vetro usati e portale in ricicleria.

Ecco che….

Cosa vedo: una cucina più ordinata e profumata

Cosa provo: la piacevole sensazione di aver contribuito a preservare l’ambiente e nello stesso tempo di aver migliorato la salubrità della cucina e …. niente più naso arricciato quando ci si avvicina al bidone della spazzatura.

Dopo ogni fatica non dimenticarti di farti un piccolo regalo per lo sforzo e l’impegno dedicato alle pulizie della cucina. Una piantina aromatica, una sosta con un buon tè o caffè o un nuovo oggetto per la casa possono essere delle idee gratificanti ed economiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.