Pulizie di primavera: i prodotti naturali per miscele fai da te

Quest’anno le pulizie di Primavera saranno all’insegna del rispetto della natura e del nostro portafoglio.

Quindi prepariamo gli arnesi del mestiere e gli ingredienti giusti per delle pulizie efficaci con prodotti che  non contengano sostanze nocive per la nostra salute e che rispettino l’ambiente e la natura.

Gli attrezzi da avere a portata di mano:

Flaconi dosatori di plastica di varie dimensioni, a seconda dell’uso

  1. Spruzzatori di plastica, piccoli e grandi
  2. Recipienti di plastica con coperchio forato (sono ottimi quelli delle spezie)
  3. Nebulizzatori (flaconi di plastica con spray a pompa)
  4. Barattoli da caffè con coperchio ( ottimi per riporre cere ed emulsioni)
  5. Barattoli di vetro (possibilmente a imboccatura larga) con coperchio a vite
  6. Pezze di cotone (da usare al posto della carta da cucina)
  7. Stracci (magliette, ritagli di cotone, vecchie salviette e asciugamani)
  8. Panni-spugna di cellulosa (fatti di cellulosa naturale, sono lavabili e durano a lungo)
  9. Secchi della capienza di almeno quattro litri, per grandi lavori
  10. Stracci per lavare (in cotone per i pavimenti, in spugna per i tappeti e le pareti).

Gli ingredienti giusti per le ricette per pulizie bio:

aceto di vino pulizie

Aceto di vino bianco.  Molto diffuso in cucina lo si può trovare in qualsiasi supermercato. possiede qualità germicide, scioglie il grasso e elimina le macchie. Non ha un odore molto gradevole ma si può migliorare con gli oli essenziali.

 

Bicarbonato di sodio. Il bicarbonato è un prodotto molto economico reperibile in qualsiasi supermercato. Assorbe bene gli odori ed è un detergente abrasivo delicato. Per saperne di più clicca qui.

 

Borace. Il borace è mix di acqua, ossigeno, sodio e boro, è una polvere reperibile nei negozi di detersivi e in drogheria.Va utilizzato con attenzione e non va inalato e tanto meno ingerito. Può essere utilizzato per detergere, sbiancare e anche per allontanare le formiche.

 

Cera carnauba. La cera naturale più dura che esista, ricavata da una palma brasiliana. Acquistabile presso i centri per il bricolage e per corrispondenza.

 

Cera d’api. Una sostanza solida reperibile, sotto forma di panetti o a pezzi, nei negozi di hobbistica, in erboristeria e, talvolta, presso gli apicoltori locali.

 

Cremor tartaro. Popolare ingrediente culinario(serve anche come lievitante per i dolci), questa polvere è reperibile al supermercato o nei negozi di prodotti naturali. Il cremor tartaro è un ottimo sbiancante.

 

Estratto di semi d’agrumi. Prodotto in genere dai semi di pompelmo, questo conservante naturale è un potente agente antimicrobico. Viene spesso venduto con il  nome di “estratto di semi di pompelmo” e lo si può acquistare per corrispondenza, in erboristeria o in alcuni negozi di prodotti naturali.

 

Farina fossile. Polvere prodotta dallo scheletro del le alghe fossili e reperibile nei vivai, presso i negozi di bricolage o per corrispondenza.  Attenzione questo tipo di farina fossile non è la stessa sostanza acquistabile nei centri di fornitura per piscine.

 

Glicerina. La glicerina è un liquido usato nei detergenti, nei medicinali e persino per alcuni lavori di artigianato. La si può acquistare nei negozi di hobbistica, in alcune farmacie e nei negozi di prodotti naturali.

 

Lanolina. La lanolina, una sostanza oleosa estratta dal manto delle pecore.

 

Oli essenziali. Oli volatili concentrati estratti dalle piante, reperibili in erboristeria; nei negozi di prodotti naturali .

 

Sapone di Marsiglia. Importante ingrediente, il sapone di Marsiglia si può trovare nei negozi di prodotti naturali. Proprio perchè è completamente vegetasle si utilizza tantissimo, soprattutto nella versione liquida.

Soda Solvay.  Ha molteplici usi come potrai leggere in questo articolo https://www.casatherapy.it/pulisci-tutto-con-la-soda/. Fa però attenzione a non scambiarla per bicarbonato. La soda va maneggiata con estrema prudenza, meglio se con guanti e mascherina. Non va utilizzata per uso alimentare, nemmeno per pulire le verdure.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.