Progetta con noi la tua cucina perfetta

Progetta con noi la tua cucina perfetta!

Il cibo ti dà gioia? Che atmosfera c’è nella tua famiglia, per esempio la sera, al momento di mettersi a tavola? Due risposte che dipendono dalla disposizione degli oggetti e degli spazi in cucina, il luogo più strategico della casa.

Il cibo è energia e la sua preparazione è un rito da compiere con grande serenità. Il sapore di un piatto cambia secondo la disposizione d’animo di chi lo prepara.

La prima regola è disporre il piano cottura in modo da vedere sempre chi entra e chi esce per non essere mai colti di sorpresa. Se l’arredamento non lo consente, si può collocare uno specchio in modo da tenere d’occhio l’ingresso.

I mobili

Devono essere semplici e funziona li. Le cucine soffocanti, sporche o trascurate possono creare disturbi all’apparato digerente e, a livello emotivo, difficoltà a esprimere il proprio potenziale creativo e per le donne la propria femminilità .

I colori

giallo, arancio, rosso e marrone, favoriscono la digestione e una buona assimilazione dei cibi. Da evitare il bianco, il nero e il blu, tinte poco energetiche .

L’orientamento

le direzioni più favorevoli per la cucina in una casa sono il sud-ovest o il nord-est, direzioni collegate all’elemento terra, principio femminile di nutrimento e sostegno. Anche il sud è una direzione favorevole perché collegata all’elemento fuoco, che favorisce i processi digestivi.

La disposizione degli elettrodomestici.

Il piano cottura e il forno (elemento fuoco) devono e essere lontani dal lavello e dal frigorifero (elemento acqua), perché acqua e fuoco sono elementi che non si armonizzano tra loro.

Se la cucina è piccola sarà sufficiente separare i fuochi dai la velli con un piano o un tagliere di legno, elemento che armonizza fuoco e acqua.

Il posto a tavola

Per favorire l’armonia tra i familiari è bene attribuire a ognuno il suo posto. Così: sud-ovest la madre, nord-ovest il padre, est il figlio maggiore, nord il figlio mediano, nord-est il figlio minore, sud-est la figlia maggiore, sud la figlia mediana e ovest la figlia minore. Se la coppia ha solo un figlio e/o una figlia l’est rappresenta il figlio e l’ovest la figlia. Se la coppia ha due figli e/o due figlie l’est rappresenta il figlio maggiore, il nord-est il figlio minore, il sud-est la figlia maggiore e l’ovest la minore.

Progetta con noi la tua cucina perfetta a pianta quadrata

6 consigli per mettere le cose giuste al posto giusto

  1. Lavello e fuochi sono lontani.
  2. Lavello frigo e lavastoviglie sono sul lato nord, direzione collegata con l’elemento acqua.
  3. Fuochi e forno sul lato est, direzione collegata all’elemento legno (che nutre il fuoco): i cibi risultano più ricchi d’energia.
    4. La porta d’ingresso scorrevole, quando viene aperta, offre una buona visibilità del locale e non
    crea intralcio a chi entra.
    5. Le piastrelle in ceramica o cotto di forma quadrata sono ideali. La disposizione in diagonale fa muovere l’energia in tutte le direzioni, ma va bene anche la posa non in diagonale.
  4. Il tavolo rotondo infonde maggiore serenità al commensali. La direzione sud ovest è la più indicata per allestire la zona pranzo.

 

6 errori da evitare nel disporre gli elettrodomestici

  1. Lavello e fuochi vicini. Se non c’è alternativa, basta separarli con un tagliere di legno, elemento
    che armonizza acqua e fuoco.
  2. Mai i fuochi sul lato nord, direzione collegata all’acqua e a un tipo di energia statica. La preparazione dei cibi ha invece necessità di un energia attiva.
    3. Dai fuochi non si vede chi entra e questo può generare ansia.
  3. Il frigo e la colonna forno sono vicini. Andrebbero separati.
  4. Il centro di ogni locale è un punto dal quale si irradia l’energia in tutte le
    direzioni. Va lasciato libero .Mai metterci il tavolo.
  5. No all’ angolo vuoto. Andrebbe riempito con una pianta perché esprime energia e forza creativa. Meglio ancora se è una pianta aromatica.

Progetta con noi la tua cucina perfetta a pianta  rettangolare

6 regole CASAtherapy che danno energia

  1. Lavello e fuochi sono lontani.
  2. La penisola con I fuochi. soluzione oggi molto in voga, permette di cucinare
    in tranquillità. I fuochi al centro della cucina daranno maggior vigore ai cibi
    (è il solo caso In cui si può collocare un elemento d’arredo al centro di un
    locale, che per in genere va sempre lasciato vuoto).
  3. Si alla porta scorrevole.
  4. Si alle piastrelle in ceramica, gres o cotto di forma quadrata.
  5. Una pianta è simbolo di forza e energia. Ottime le erbe aromatiche
  6. Il tavolo ideale per la cucina è rotondo.
    Quello quadrato (forma collegata all’elemento terra) va bene soltanto nel
    caso in cui in famiglia c’è bisogno di stabilità o si devono seguire particolari
    regimi alimentari che richiedono fermezza e rigore.

6 errori  frequenti da non commettere mai

  1. Il lavello di fronte ai fuochi per la non armonia tra acqua e fuoco.
  2. Colonna forno e frigo vicini. Come sopra: contrasto tra acqua (frigo) e fuoco (forno).
  3. La porta d’ingresso di fronte alla finestra. L’energia vitale che entra dalla porta trova una via di fuga veloce verso la finestra.
  4. Pavimento di legno, elemento che non si accorda con la Terra. Il legno è un materiale con un’energia molto bassa ed è indicato per
    locali dedicati al riposo e al relax. Poca energia in cucina toglie forza ai cibi e a chi li prepara.
  5. La posa dei listelli in verticale conduce ancora più velocemente l’energia verso la finestra.
  6. La porta, comunque la si apra, è un ostacolo visivo. Meglio sostituirla con una scorrevole.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.