Organizziamo il frigorifero! Tanti consigli per conservare bene gli alimenti.

Organizziamo il frigorifero

Organizziamo il frigorifero! Ebbene si è arrivato il momento, anche  il  frigorifero sente aria di primavera. Quindi via con una bella pulizia e una riorganizzazione dello spazio.

Quando vai a fare la spesa.

Innanzi tutto, prima di fare la spesa settimanale di nuovi generi alimentari, segui questi consigli:

  • Per ogni prodotto, leggi attentamente sull’etichetta, il termine di conservazione. Acquista il prodotto, se non  ne prevedi il consumo immediato, entro i due terzi del periodo di scadenza.
  • Acquista i generi deperibili, a eccezione dei surgelati, in data quanto più possibile vicina al consumo. La conservazione in un frigorifero normale non dovrebbe protrarsi oltre i tre giorni.
  • Acquista uova che provengano da centri di imballaggio certificati. Acquista le uova del contadino soltanto se lo conosci bene e sai che le raccoglie tutti i giorni e che il suo pollaio è in buone condizioni igieniche.
  • Il trasporto di alimenti dal negozio al frigorifero di casa può essere effettuato senza particolari attrezzature se la distanza non supera il quarto d’ora. Se sai che i tempi saranno più lunghi, soprattutto nella stagione calda, riponili negli appositi sacchetti per il freddo, possibilmente con le mattonelle refrigeranti.
  • I formaggi con almeno 60 giorni di stagionatura e i salumi stagionati a pezzo intero possono essere trasportati e conservati senza particolari accorgimenti. Se la temperatura esterna è particolarmente elevata, usa i sacchetti termici. Se invece sono stati affettati, mettili al più presto in frigorifero.

Pulizia del frigo Bio:

bicarbonato di sodio

  • Ordina e butta: tutte le bottiglie vuote e i contenitori e tutti i prodotti obsoleti e scaduti.
  • Rimuovi i cibi  un ripiano alla volta e pulisci a fondo.
  • Per una pulizia, efficace e bio, utilizza un panno morbido imbevuto di una soluzione di acqua e aceto bianco, oppure acqua e bicarbonato. Al termine, se è necessario, asciuga tutte le superfici con un panno asciutto e pulito.
  • Per un frigorifero senza odori: puoi utilizzare il bicarbonato. Ti basterà metterne un poco in una vaschetta di plastica, la polvere di bicarbonato assorbe gli odori per circa tre mesi. Anche i tappi di sughero assorbono  gli odori, ma anche per i tappi, vale la regola di sostituirli periodicamente.

Organizza il cibo nel frigo.

Una buona organizzazione del cibo nel frigo ti permetterà di avere sotto controllo ciò che hai e di utilizzarlo al meglio, prima della scadenza.

  • La conservazione degli alimenti nel frigorifero deve avvenire a temperatura intorno ai 4 °C. Sotto questa temperatura, infatti, si rallenta la proliferazione dei microrganismi che diminuisce quando la temperatura di conservazione si abbassa.
  • La temperatura, però, dovrà mantenersi al di sopra di O °C per evitare che la congelazione dell’acqua produca danni sugli alimenti freschi.
  • L’aria calda, più leggera, tende a salire verso l’alto: Quindi metti gli alimenti più delicati (carne, pesce, cibi cotti conservati in recipienti a chiusura non ermetica) in basso, subito sopra i cassetti per la frutta e la verdura.
  • In alcuni modelli c’è un apposito scomparto che garantisce una temperatura regolata a O °c: in queste condizioni il periodo di conservazione di carne e pesce raddoppia.
  • Mettete sui ripiani bassi anche le creme a base di uova e latte e i formaggi freschi. Riponi negli appositi cassetti le verdure, soprattutto se sono sciolte.
  • Sui ripiani più alti colloca dolci, salse o cibi già cotti chiusi in contenitori ermetici.
  • Riponi sui ripiani alti anche i salumi interi, non affettati, e i formaggi a pasta dura.
  • Evita di mettere nel frigorifero cibi contenuti in scatole e recipienti metallici, una volta aperti.
  • Controlla che  gli alimenti non vengano a contatto con la parete posteriore del vano frigorifero, in quanto è normalmente bagnata o ricoperta di brina.
  • Nei frigoriferi dotati di funzione No Frost le temperature sono più omogenee, quindi puoi disporre i cibi in modo più libero.
  • In ogni caso, per conservare meglio gli alimenti, non riempire troppo i ripiani, in modo che l’aria possa circolare liberamente.
  • All’interno della porta vi sono normalmente alcuni balconcini: in quello inferiore colloca le bottiglie, in quelli centrali gli alimenti che deperiscono più facilmente, come il burro e le uova.
  • Fai attenzione, inoltre, a come proteggete il cibo: è sufficiente un solo strato isolante (di alluminio o pellicola) , dato che più fogli impedirebbero all’aria fredda di entrare anche all’interno dei cibi.
  • Metti i formaggi nell’apposito contenitore, avvolgendoli singolarmente con fogli di alluminio.
  • Tieni la mozzarella immersa nel suo liquido di conservazione, oppure in poco latte diluito con acqua salata.
  • Il formaggio grana si conserva meglio avvolto in un telo pulito, leggermente inumidito con vino bianco.
  • Avvolgi i salumi interi in un telo leggermente inumidito con vino bianco e tienili nello scomparto meno freddo. Se sono affettati consumali nel giro di un paio di giorni.
  • I frutti di bosco deperiscono facilmente: conservateli in un contenitore chiuso e nello scomparto meno freddo.
  • Non mettete in frigorifero: patate, cipolle e aglio, ma tienili in un cesta o in un contenitore che permetta loro di respirare. Conservali  in un luogo buio e asciutto. Conserva la frutta a temperatura ambiente, mettendo in frigorifero per un paio d’ore solo quella che vorrai servire fredda.
  • Sostituisci il cibo tenendo davanti, in buona vista, gli alimenti più vecchi e dietro quelli più recenti, in modo da utilizzare il cibo prima che vada a male.

Utilizza questo sistema ogni volta che  fai la spesa.

 


Usare correttamente il congelatore

  • Rimuovi il cibo dal congelatore e pulisci. Potrebbe essere necessario scongelare il freezer,  quindi meglio farlo in estate.
  • Anche se ti dispiace, ti consiglio di buttare tutto ciò che è in congelatore da più di dieci mesi, perché è chiaro che non verrà più utilizzato.
  • Per quanto riguarda i surgelati, acquista solo confezioni integre. Ciò vuol dire  che non devono avere rigonfiamenti e brina all’esterno.
  • Tutti i surgelati di piccola pezzatura (minestrone, piselli e così via) devono scorrere all’interno della confezione, quando li scuoti. Se invece hai l’impressione che costituiscano un unico blocco, è possibile che siano stati scongelati e poi ricongelati, anche solo parzialmente.
  • Prima di acquistare surgelati controlla la temperatura l’interno del banco vendita, che deve essere di almeno -18. Prendi solo le confezioni che nel congelatore a pozzetto sono al disotto della linea del freddo. Anche se per un breve tragitto, porta a casa i surgelati sempre nell’apposita borsa termica, e mettili subito nel congelatore.
  • Riponi gli alimenti nel congelatore lasciando un poco di spazio tra le confezioni e le pareti dell’apparecchio, per permettere all’aria di circolare.
  • Suddividi i prodotti per tipologia, in modo da trovare rapidamente quello che ti occorre. Non tenere aperto lo sportello troppo a lungo: eviterai così che la temperatura si alzi eccessivamente all’interno del congelatore.
  • Se non utilizzi una confezione intera, richiudila molto bene, possibilmente sigillandola, e rimettila nel congelatore prima che inizi a scongelarsi.
  • Scongela i surgelati diretta mente nella pentola oppure tenendoli in frigorifero, in modo da evitare che, rimanendo per molte ore a temperatura ambiente, aumenti troppo la carica batterica.
  • Non ricongelate mai un prodotto che è già stato scongelato. Se lo fai peggiori le caratteristiche dell’alimento (sapore, consistenza e così via) e aumenti il numero di batteri.

 

E per finire, ecco qualche consiglio per i contenitori per alimenti, da mettere in frigo.

Alluminio

È indicato per tutti gli alimenti che non devono essere esposti all’aria e alla luce, a eccezione di quelli acidi e conservati sotto sale.

 

Carta per alimenti

È estremamente comoda e adatta per conservare frutta, verdura, formaggi stagionati e tutti gli alimenti che devono traspirare.

Tuttavia deve essere cambiata spesso, in quanto si impregna facilmente di umidità.

 

Pellicola trasparente

È utile per conservare gli ali menti umidi, quali carne, formaggi morbidi e così via.

Fa attenzione che non contenga PVC , in commercio se ne possono trovare molte che non lo contengono.

 

Sacchetti in plastica Garantiscono la conservazione della verdura lavata e degli ali menti freschi (carne, pane e così via).

Vetro o plastica

Grazie alla loro chiusura ermetica, i contenitori in vetro o plastica sono adatti alla conservazione di tutti i cibi cotti, del pesce e della carne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.