Olio essenziale di Salvia: calma, serenità e chiarezza mentale

Olio essenziale di Salvia

 

L’olio essenziale del mese di maggio è quello estratto dalla salvia. La pianta di salvia sicuramente la conosci e avrai usato le sue foglie per insaporire soprattutto la carne. Forse ti sono meno note le proprietà dell’olio essenziale.

Ti dico subito che di oli essenziali di salvia ne esistono due, il più comune è l’olio di salvia officinalis, l’altro è l’olio essenziale di salvia sclarea.

L’olio essenziale di salvia officinalis si ricava dalla distillazione a corrente di vapore di tutta la pianta quando è in fiore. Per questo l’olio di salvia officinalis è più diffuso e ha un costo inferiore rispetto all’olio di salvia sclarea che si ottiene dalla distillazione in corrente di vapore dei soli fiori. L’olio essenziale di salvia sclarea è da preferire a quello di salvia officinalis perché è atossico, non irritante e non sensibilizzate, mente la salva officinalis contenendo un’alta percentuale di chetoni va usata solo a bassi dosaggi.

Entrambi gli oli essenziali e meglio non diffonderli nell’ambiente durante la gravidanza o contemporaneamente all’uso di alcolici.

La nota aromatica

L’olio essenziale di salvia ha un profumo dolce, erbaceo e fresco e la nota aromatica è di cuore. Se vuoi saperne di più sulle note aromatiche delle essenze leggi qui.

Proprietà

Secondo i Cinesi le radici della salvia dai grandi fiori viola che cresce sulle montagne intorno a Pechino è uno dei cinque rimedi astrali che corrispondono ai cinque organi principali: viscere, polmoni, reni, fegato, cuore. La salvia corrisponde al cuore.

Sia nella Grecia antica che per gli antichi romani la salvia era considerata un’erba sacra da offrire agli Dei per attirarne i favori.

L’essenza di salvia esercita un’azione potente sul sistema neurovegetativo in generale e poiché contiene sostanze ormonosimili è molto efficace contro i disturbi  ginecologici legati al nervosismo e allo stress.

Uso

Se vuoi andare sul sicuro utilizza la salvia sclarea.

Poche gocce di olio essenziale di salvia nell’acqua del bagno sono corroboranti a livello generale. Unite all’olio per massaggi attiva la circolazione, rilassa i muscoli, elimina le tossine e gli accumuli di liquidi. Se usato per i suffumigi calma gli spasmi dell’asma, cura la tosse e la bronchite.

L’infuso di foglie di salvia essiccate è un toccasana per tutti i disturbi della digestione, purifica il sangue, favorisce la funzione della cistifellea e il drenaggio renale.

L’olio essenziale di salvia se utilizzato per una leggera frizione alle tempie e alla nuca è efficace contro la sudorazione notturna delle persone debilitate o convalescenti.

Grazie alle sue proprietà antisettiche e antinfiammatorie è utilizzabile come collutorio da usare contro ogni infezione della bocca o semplicemente per mantenerla pulita e sana. Puoi utilizzare l’olio essenziale di salvia per bagni caldi, semicupi, massaggi dell’addome e dell’area pubica in caso di amenorrea, ciclo irregolare, tensione premestruale e per i disturbi della menopausa.

Se lo diffondi nell’ambiente sarà molto efficace per il trattamento delle sindromi ansioso-depressive perché disperde la tensione e aiuta l’organismo a bilanciare le energie. Molto efficace per le persone stressate, nervose, angosciate e turbate. Di aiuto ai soggetti ipersensibili con problemi al sistema neurovegetativo. Porta calma e serenità, aiuta a sciogliere le contratture e a migliorare il rilassamento.

Amplia la visione interiore portando chiarezza mentale e favorendo i sogni lucidi. Puoi metterne due gocce su un fazzolettino da lasciare accanto al tuo cuscino prima di addormentarti.

Dosaggio

Se lo usi per diffondere l’olio essenzial di salviae nell’ambiente, versane una goccia per mq della stanza, nel difussore (ad esempio per una stanza di 16 mq usa 16 gocce di olio essenziale).Per inalazioni usa 1o 2 gocce , mente per i bagni 5 – 10 gocce nell’acqua calda della vasca; per le frizioni 1 o 2 gocce.  Invece, per realizzare un semplice collutorio ti basterà versare 2 o 3 gocce in un bicchiere di acqua tiepida e fare degli sciacqui.

Olio essenziale di salvia in cucina.

Puoi utilizzare una sola goccia di olio essenziale di salvia per insaporire qualsiasi pietanza che ne richieda il sapore e l’aroma. Assicurati di acquistare un olio specifico per uso alimentare. Io utilizzo gli oli essenziali di Flora Pisa e la dicitura per uso alimentare la trovi qui.

Per verificarne la qualità, il sapore e il profumo ho realizzato la ricetta dei Tortini di riso alla zucca e salvia dal libro di Roberta Deiana “Oli essenziali in cucina” ed. Tecniche Nuove.

Se vuoi farla anche tu ecco gli ingredienti e il procedimento:

Tortino di riso alla zucca e salvia.

Preparazione: 20’.  Cottura: 50’. Difficoltà: media. Costo: basso.

Piatto vegetariano, senza uova, latticini e glutine.

Ingredienti per 4 persone:

300 g di riso già cotto,

1 cipolla rossa,

200 g di zucca mantovana,

2 gocce di olio essenziale di salvia officinalis per uso alimentare,

2 cucchiai di farina di riso,

olio extravergine d’oliva,

sale marino integrale.

Procedimento

  1. Mondare la zucca quindi, sbucciarla e tagliarla a pezzetti, poi lessarla a fuoco dolce e coperta in 1/2 bicchiere di acqua assieme a 1 cucchiaio di olio, un pizzico di sale e la cipolla mondata e affettata sottile.
  2. Cuocere per circa 20 minuti o sino a che l’acqua non sarà completamente assorbita e la zucca sfaldata.
  3. Spegnere e frullare assieme al riso e all’olio essenziale di salvia sciolto in un po’ di olio d’oliva. Unire la farina e mescolare (si dovrà ottenere un composto denso e omogeneo).
  4. Versare in 4 stampini monoporzione leggermente unti e infornare a 180 °Cper 25 minuti.
  5. Sfornare, rovesciare sul piatto di portata e servire ben caldo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.