Mi sento al TOP! Scegli il piano cucina che fa per te.

MI SENTO AL TOP! SCEGLI IL PIANO CUCINA CHE FA PER TE.

La scelta del piano cucina e è sempre un po’ complessa. Mi capita spesso di seguire i clienti nell’acquisto degli arredi e quando si tratta della cucina la scelta dei materiali giusti non è sempre semplice.

Fino a qualche anno fa per il piano della cucina non c’erano molte  alternative.

Si spaziava dal laminato, poco costoso ma altrettanto delicato e poco resistente. Al legno, bello ma difficile da tenere pulito e senza macchie. Oppure  si ricorreva al più costoso granito, robusto e meno delicato, sicuramente molto classico e a volte un po’ troppo “rustico”.

Oggi quando si va a scegliere una cucina i venditori sembrano marziani. Sparano nomi strani che spaziano dal un po’ sinistro lapitec, all’okite che sembra una medicina. C’è il rischio di  finire intrappolati nell’enigmatico fenix o soccombere  sotto il  solid surface .

E se già eravamo dubbiosi sul tipo di finitura della cucina, lucida, opaca, laccata, laminata, vetrosa, ecc. ecc… ecco che al top…rischiamo il flop!!!!

Quindi mi sento in dovere di mettere un po’ d’ordine e dare qualche suggerimento per sentirci tutti molto al Top.

 PIANI CUCINA IN LAMINATO:

laminato stampa marmo

Il top in laminato è costituito da un pannello di particelle di legno idrorepellente ( truciolare, MDF, tamburato)  rivestito da laminato plastico ad alta pressione.

Il laminato è composto da vari strati accoppiati, il più superficiale  è quello decorativo. Il laminato può essere liscio o anche ruvido. Può simulare la pietra o il legno. Può anche essere accoppiato a materiali più nobili, ovvero a lamine sottili di alluminio,  legno  o  pietra naturale. Il laminato, quindi, ha il vantaggio di essere un materiale con costi contenuti che offre una vasta gamma di finiture e colori.

Il laminato è un materiale che non assorbe i liquidi e oggi ha una consistenza che lo rende meno sensibile ai graffi  rispetto ai laminati di qualche anno fa.

Il laminato è poco resistente al calore e chi acquista un piano in laminato deve fare attenzione a non appoggiarci  nulla di caldo.

N.B. Fate attenzione, quando  decidete di acquistare un piano della cucina in laminato ai bordi del top.

Tempo fa il problema più serio dei piani in laminato era la congiunzione dei fogli di lamina sui bordi. Se malauguratamente vi entrava del liquido il foglio di laminato si scollava. Molti produttori hanno ovviato a questo inconveniente con bordi di finitura in acciaio o alluminio ed anche in legno.

laminato bordo in alluminio

Oggi vi sono delle lavorazioni particolari che fanno si che i bordi siano un tutt’uno con il piano.

Personalmente la soluzione che mi convince di più è quella dei top con la bordatura a laser. Mentre con il tradizionale incollaggio al bordo si formano delle giunzioni visibili a causa della colla. Con la bordatura laser i bordi risultano perfettamente sigillati e omogenei nella superficie.

Devi sapere che: Se vi parlano di laminato e melaminico e vi chiedono di scegliere tra i due ebbene Il laminato HPL è composto da fogli incollati a calore e  pressione elevati  che fanno del laminato HPL  un prodotto molto resistente.

Il malaminico, invece, viene pressato a bassa pressione e quindi è un prodotto meno resistente, da utilizzare più per le superfici verticali che per i piani della cucina.

Pulizia dei piani in laminato:

 La pulizia va effettuata con una spugna bagnata con un normale detergente liquido meglio se naturale. Da evitare assolutamente i prodotti molto abrasivi, le pagliette in acciaio che potrebbero rigare la superficie e i prodotti per la pulizia chimici come candeggina e prodotti acidi (nemmeno i prodotti  naturali che contengono limone o aceto).

PIANI CUCINA IN FENIX NTM®

 

Il FENIX NTM® è un materiale davvero innovativo, realizzato grazie alle nanotecnologie.

Si chiama così perché, come la fenice, ha la capacità di rinascere. Mi spiego meglio…

il FENIX NTM® si rigenera da eventuali micro graffi superficiali grazie alla termo riparabilità.  Ovvero se vi dovesse capitare di graffiare il piano della vostra cucina potete appoggiare, sopra al graffio, un foglio di carta assorbente umida  (anche da cucina purché un po’ spessa). Una passata veloce di ferro da stiro a 120°C (non a vapore!!!) ,  ripassate con un panno inumidito con acqua calda e infine con un panno in micro fibra…e… graffio sparito!!!!

Lavello integrato nel top fenixn tm

Il FENIX NTM® ha una bassa riflessione della luce, la sua superficie è estremamente opaca, anti impronte digitali e piacevolmente soft al tatto.  Resistente ai graffi, all’abrasione, allo strofinamento e al calore secco. Resiste molto bene agli urti, ai solventi acidi e ai reagenti di uso domestico. Ha un’alta attività di abbattimento della carica batterica che rende la sua superficie igienica e facile da pulire. È anche idrorepellente e antimuffa.

Insomma…è il materiale giusto per persone sbadate e dalla vita veloce!!!!

Pulizia dei piani in FENIX NTM®:

Non richiede una manutenzione particolare: è sufficiente un panno umido, con acqua calda o detergenti delicati. Sono ben tollerati quasi tutti i normali prodotti detergenti o disinfettanti domestici.

PIANI CUCINA IN GRES LAMINAM

top cucina laminam
Anche il laminam è un prodotto molto tecnologico. Formato da una miscela di materie prime naturali  macinate e trattate termicamente a 1300°C.laminam cava

Laminam è un materiale ultra-sottile e ultra-leggero con elevate prestazioni anti-macchia e anti-graffio. Disponibile in oltre 80 diverse possibilità tra colori e finiture.

Le finiture superficiali delle lastre laminam sono resistenti agli urti, ai graffi, idrorepellenti e oleo-repellenti, resistenti agli acidi, ai raggi UV. I piani in Laminanm sono naturali e privi di sostanze tossiche.piano cucina laminam

Pulizia dei piani in Laminam:

 Facilmente pulibili e igienici i piani in Laminam non sono assorbenti. Si possono pulire con i prodotti di pulizia classici.

Mi piace questo materiale perché è naturale sano e di robusta costituzione!!! Personalmente lo raccomando a chi sta per acquistare la cucina della vita, perché è un materiale altamente resistente quindi adatto alla vita veloce di una famiglia sempre a corto di tempo.

PIANI CUCINA IN LAPITEC®piano cucina lapitec

Il Lapitec® è un materiale in pietra sinterizzata. Attraverso il processo di sinterizzazione le polveri di pietra compattate si addensano dando vita ad un prodotto a tutta massa (ovvero per tutto lo spessore)  non poroso e molto resistente.

Il Lapitec® non assorbe, non si macchia, è resistente  all’insediamento di batteri e muffe. Inoltre, si pulisce facilmente con acqua calda e un panno.

I piani i questo materiale sono eterni, inattaccabile da acidi, basi e solventi, resistenti all’urto e totalmente antigraffio.  I colori di questo materiale sono tanti e i piani possono avere tre diversi spessori 12, 20, 30 mm

Mi piace questo materiale perché è rispettoso dell’ambiente, durevole e sano. Forse da un punto di vista economico è impegnativo, ma per chi vuole andare sul sicuro e contare su un prodotto che garantisca la durata nel tempo direi che questa è la scelta ottimale.

Pulizia dei piani in  Lapitec®: 

Si pulisce facilmente con acqua calda e un panno.

 

 PIANI CUCINA IN SOLID SURFACEpiano cucina solid surface

I piani sono simili alla pietra naturale e caldi al tatto. E’ un materiale composto da  minerali naturali e resine ad alta resistenza.  Questa formula rende il solid surface molto duttile, non poroso con proprietà antibatteriche. I piani sono resistenti, durevoli e molto duri.

I piani  possono essere tagliati, uniti o sottoposte a termoformatura per ottenerne pezzi ricurvi.

lavello cucina solid surface

È possibile creare lavelli senza giunti, praticamente un blocco unico, e ciò impedisce l’infiltrazione di liquidi e  agevola la pulizia e la manutenzione.

Il solid surface dispone di una vasta gamma di colori ed è un materiale ecologico perché può essere riciclato al 100%.

Personalmente vedo questo prodotto più adatto ai mobili per il bagno ma di sicuro è un prodotto resistente e molto piacevole al tatto.

Pulizia dei piani in solid surface: 

Qualche accortezza con questo materiale ci vuole. Va usata una spugnetta morbida e non abrasiva e un detergente neutro. In caso di macchie particolarmente ostinate e meglio richiedere al fornitori i prodotti specifici per la pulizia

 

PIANI CUCINA IN QUARZO OKITE ®

piano cucina okite

 L’ OKITE® è un materiale formato dalla combinazione di quarzo (93%), resina poliestere e pigmenti naturali. La superficie non porosa di OKITE® impedisce l’assorbimento dei liquidi o di cibi che possono essere ricettacolo di pericolosi batteri. Quindi l’ OKITE® è un materiale igienico, resistente a macchie, calore e graffi ed è cinque volte più forte del granito.

Pulizia dei piani in OKITE®:

per la pulizia di tutti i giorni è sufficiente  lavare la superficie con un panno morbido, acqua calda e un detergente liquido. Per la pulizia straordinaria su macchie ostinate basterà utilizzare una spugnetta non abrasiva e un detergente per cucina, risciacquare semplicemente con acqua abbondante e asciugare con cura.

 

PIANI CUCINA IN MARMO E GRANITO

I piani in granito  sono resistenti alle abrasioni e i graffi  sono poco evidenti sui colori chiari. Il granito, come tutte le pietre naturali, ha delle porosità. Quindi,  se vi cade dell’acqua questa svanisce con l’evaporazione e non succede nulla. Se invece  fate cadere sul piano sostanze come olio, vino, ecc. si possono creare degli aloni scuri permanenti. Un buon trattamento idrorepellente, ripetuto periodicamente, rallenta i tempi di assorbimento e consente di intervenire prima che il liquido penetri nella pietra; le sostanze acide (aceto, limone ecc.) in genere non lasciano tracce dopo la normale pulizia.

I piani in marmo sono più delicati. Resistono meno alle abrasioni ma piccoli graffi possono essere attenuati utilizzando della cera per pavimenti. Anche il marmo è poroso  e presenta gli stessi inconvenienti del granito ma è meno soggetti agli effetti corrosivi delle sostanze acide.

Pulizia  dei piani in marmo e granito:

Per pulire le superfici dei graniti e dei marmi utilizzate solo acqua e sapone evitando detersivi liquidi. È importante rimuovere subito lo sporco, a macchia fresca, perchè con il passare del tempo, le diverse sostanze possono penetrare nei pori del materiale; è inoltre, fondamentale rinnovare periodicamente il trattamento impermeabilizzante tramite gli appositi prodotti. Anche per questi piani è bene non appoggiare pentole calde o ferri da stiro direttamente sulla superficie per evitare macchie dovute al calore.

 

PIANI CUCINA  IN VETROpiano top cucina vetro

Il top della cucina in vetro è realizzato accoppiando il vetro con dei pannelli di fibra di legno. La caratteristica principale dei top in vetro è quella di abbinare ad un forte impatto estetico garanzie igieniche dettate dalla non porosità della superficie: l’aspetto estetico del vetro resiste nel tempo. Personalmente preferisco il vetro per le ante piuttosto che per il piano della cucina. Il vetro non resiste alle alte temperature. Bisogna ricordarsi di non appoggiare materiali roventi, surriscaldati o che siano stati a diretto contatto con il fuoco come: pentole, caffettiere, piastre, bistecchiere, griglie, ferri da stiro, ecc.  Attenzione anche agli urti. Utensili pesanti, bottiglie, pentole, ecc.  con   la loro durezza possono causare la rottura del vetro.

Pulizia dei piani in vetro:

Per la pulizia del top utilizzare dei normali detergenti indicati per il vetro. Evitare l’uso di acidi o similari, di pagliette abrasive che possono graffiare il vetro.

 

PIANI CUCINA IN ACCIAIO INOX

piano cucina in acciaio inox

Il top in acciaio inox è in genere formato da  un supporto di particelle di legno rivestito da lamiera di acciaio. Il piano in acciaio è perfettamente inattaccabile dalle macchie e presenta caratteristiche, di assoluta idoneità, al trattamento igienico degli alimenti in cucina. Bisogna comunque evitare l’uso di oggetti appuntiti o prodotti abrasivi che possono rovinare la superficie, in quanto l’acciaio non ha una grande resistenza al graffio. Il vantaggio di un piano d’acciaio è che le vasche  del lavello e il piano cottura  possono essere saldate direttamente al piano  ottenendo un effetto  di continuità. Si evitano i punti di giunzione che possono trattenere lo sporco.

Pulizia dei piani in acciaio inox: 

Prima di tutto c’è da sottolineare che i piani d’acciaio devono essere di qualità per mantenere un aspetto piacevole. L’acciaio tende comunque  a macchiarsi con il calcare contenuto nell’acqua. Esistono in commercio dei prodotti specifici che tolgono le macchie con poca fatica. Attenzione a non utilizzare detersivi che contengono cloro o suoi composti e nulla di abrasivo (creme, detersivi in polvere, pagliette metalliche ecc) perche l’acciaio tende a graffiarsi facilmente.

Personalmente trovo ottimo questo prodotto, PASTA FRANKE PER LA PULIZIA DI ACCIAIO INOX LAVELLI, CAPPE, CUCINE A GAS 300g,  ne ho provati altri di simili ma questo è quello che mi ha soddisfatto di più.

 

Lascia un commento