Il materasso giusto è la felicità !

principessa sul pisello

… ottimo il cuscino se sul morbido la testa vuoi posare
e vengono i momenti che ti va’ di sprofondare sul sofà
ma il materasso il materasso il materasso è il massimo che c’è
ma il materasso il materasso
il materasso è la felicità …

Scegliere il materasso giusto fa la differenza se al mattino ci vogliamo sentire in forma, quale scegliere?

Ecco le caratteristiche:

A MOLLE:

È il più tradizionale  e anche il più economico, soprattutto se si scelgono i tipi più semplici. Però sono anche i materassi che alla lunga posso dare più problemi, sia alla postura che al riposo, visto l’elevato impiego del metallo che può creare campi elettromagnetici fastidiosi.

L’evoluzione e la ricerca hanno portato ad una versione più salutare grazie alle molle “insacchettate”, cioè confezionate singolarmente. Il vantaggio è che sono indipendenti e rimangono più elastiche nel tempo. Il materasso diventa quindi più ergonomico e confortevole, perché sostiene meglio le diverse parti del corpo. Allevia le tensioni delle spalle e del bacino e garantisce il giusto sostegno a patto di sceglierlo in base alla corporatura (meno peso, più elasticità). Per alleviare mal di schiena e dolori lombari meglio optare per un semimorbido, che rispetta la curvatura della colonna vertebrale. Il morbido è indicato per chi soffre di dolore cronico muscolare (come la fibromialgia) e deve rilassare le tensioni.

LATTICE:

Si ottiene dalla linfa dell’ albero della gomma, ma attenzione non tutto il lattice è naturale. Meglio affidarsi a rivenditori specializzati e affidabili.

Il materasso in lattice è molto elastico, si adatta al profilo del corpo e, in assenza di pressione, recupera subito la forma originale. Quando ci si sdraia non cede, la sensazione è di spinta verso I’ alto. Per la sua estrema flessibilità, spalle e bacino (i punti di pressione dove, con un normale materasso, si scarica tutto il peso) non soffrono. Viene consigliato a chi ha problemi alla colonna vertebrale, soffre di osteoporosi o dolori articolari.

 

 

MEMORY:

Si tratta di un materasso poliuretano sintetico prodotto con l’aggiunta di altre sostanze e realizzato a strati sovrapposti, minimo due.

Quello inferiore serve a sostenere la struttura del materasso, quello superiore è il vero e proprio memory (o viscoelastico), che lo rende plasmabile ma non elastico. Se di qualità, deve essere spesso almeno 5 cm. È composto da milioni di microcelle che lo rendono termosensibile. Sfrutta il calore del corpo per modellarsi alla morfologia di ognuno, anche se all’inizio sembra rigido e recupera la forma originaria una volta alzati. Rispetto al lattice, non “spinge” verso l’alto e si adatta al millimetro, tanto che basta poggiarci sopra una mano per vederne il calco.

Garantisce così una postura ancora più corretta della colonna vertebrale. Non esercitando pressione, è indicato per chi ha problemi dorsali, lombari, alle spalle o soffre di gambe pesanti. Favorisce il flusso sanguigno e linfatico. Ipoallergenico e traspirante, la base ideale è una rete a doghe multi listello. L’unica contro indicazione è la non naturalità del materiale ma non si hanno notizie di possibili problemi di allergie.

LANA

È il materasso di una volta, caldo, morbido e traspirante perché la lana assorbe l’umidità corporea.

Pro: la sua naturalità. Contro: è un ricettacolo di acari. inoltre, necessita di molta manutenzione. La lana va lavata e cardata periodicamente  perché con il peso tende ad appiattirsi e a perdere elasticità e costringendo la schiena a una posizione innaturale. La base su cui poggiare è sempre bene che sia a doghe di legno.

Vuoi una consulenza personalizzata per la scelta del materasso ? Approfitta delle nostre consulenze lampo!!!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.