Clustering

CLUSTERING ovvero come raggruppare gli abiti nell’armadio.

Ci sono numerosi modi di raggruppare  i vestiti si tratta solo di decidere quale sistema funziona al meglio per voi.

Tipo:  Raggruppare insieme tutti i tipi simili di abbigliamento, pantaloni con pantaloni e abiti con abiti, ecc. Sfalsare i tipi in modo che vi è una distinzione visiva tra gruppi di abbigliamento. Muovendosi da sinistra a destra, appendere cappotti, pantaloni  camicie a maniche corte, gonne o le cravatte, camicie a maniche lunghe e abiti, ecc.

Colore: Potete ordinare il vostro armadio  a gruppi di colore o per pezzi singoli in base al colore. Magari si può partire dai capi di colore nero per arrivare a quelli bianchi.
Situazione: Se sei una persona che ha molte attività diverse, l’organizzazione potrebbe essere in funzione al loro utilizzo. Si possono raggruppare  i vestiti sportivi, per gli appuntamenti d’affari, i vestiti casual, i vestiti per il lavoro, per le feste, ecc.

 

Rotazione: Si possono individuare i vari outfit che vi stanno meglio e vi valorizzano e poi ruotarli settimanalmente o mensilmente.  Basterà allineare i vestiti nell’armadio nell’ordine in cui si desidera indossarli.

Look: Con questo sistema, sarebbe preferibile usare un servo muto o uno stender magari con dei ripiani  dove appendere o piegare tutti componenti del look scelto (si possono tenere vicine, dentro alle scatole anche le scarpe).es.  Questa è una grande idea per i bambini che vogliono iniziare a vestirsi senza aiuto, e per persone che lavorano in ambienti  in cui è richiesto uno specifico abbigliamento..
Ci vuole un po’ per abituarsi a questo sistema, soprattutto quando si va a riporre la biancheria pulita, perché bisogna assicurarsi che ogni  pezzi vada nel posto giusto.
Stagioni: Se non avete molti vestiti, si possono semplicemente organizzare in base allei di stagioni. Inverno, primavera, estate, verranno collocate nella loro pare di guardaroba.
Al momento di scegliere quale sistema di clustering  utilizzare bisogna essere onesti con sei stessi sul proprio impegno a mantenerlo. Ricordiamoci che stiamo organizzando il guardaroba non per una maniacale ricerca dell’ordine ma per il desiderio di avere più tempo libero e meno stress.

Ricordiamoci anche che è inutile tenere abiti che non indosseremo mai e che è bello, e utile, farne dono ha chi ne ha bisogno o e meno fortunato.

Se poi abbiamo voglia di rientrare un po’ nelle spese fatte o guadagnare qualcosa per comprarci degli abiti nuovi, sono ormai molti i negozi che mettono in vendita  gli abiti usati… e poi ci sono anche i negozi per il baratto.

4 pensieri su “Clustering

    • admin dice:

      Mi piacerebbe proprio che da questo blog partano idee utili proprio per chi ha poco tempo come te. Con un po’ di organizzazione, senza trasformarsi in maniache dell’ordine, si superano anche le imbranatezze, ma sopratutto si accorciano i tempi per riordinare la casa e si allungano un po’ quelli per sviluppare i propri talenti.

Lascia un commento