7 mosse per un letto pulito e fresco…e una camera sana.

camera sana
7 mosse per un letto pulito e fresco e una camera sana.

Se da qualche tempo ti svegli con il naso chiuso e un mal di testa che svanisce, dopo poche ore dal risveglio, è il momento di prenderti cura della tua stanza da letto. Ecco quindi, 7 utili mosse, per rendere la tua camera, o quella dei tuoi figli, più fresca e sana.

Questi piccoli consigli potranno esserti utili anche dopo un periodo passato a letto, per un’influenza o un fastidioso raffreddore.

Se ci pensi, dormiamo, in media, circa sette ore per notte, il che significa che passiamo più tempo nella nostra camera che in qualsiasi altra stanza della casa. La camera da letto è quindi un luogo molto importante per la nostra salute. Per dormire bene e svegliarti in perfetta forma, la camera deve essere uno spazio, dove la polvere proprio non ci può stare.

pulire sotto il letto

1. Controlla sotto il letto

Dai un’occhiata sotto il letto. È pulito laggiù? È facile dimenticare di spazzare e passare l’aspirapolvere sotto il letto. Ma devi farlo! Poi, se come me hai un letto con contenitore, periodicamente, almeno una volta a stagione, devi estrarre tutti i contenitori, pulirli e pulire il cassettone. Anche se è difficile, perché lo spazio tra cassettone e pavimento è minimo, ricordati di spolverare molto spesso  il pavimento sotto il letto. Io lo faccio con lo swiffer che è bello piatto!

lenzuola federe

 

2. Federe e lenzuola

Federe e lenzuola vanno lavate ogni settimana. Altro consiglio importante é quello di scegliere tessuti naturali, possibilmente in cotone biologico. Eviterai così possibili irritazioni alla pelle. Considera che un tessuto di buona qualità è più resistente ai lavaggi frequenti e soprattutto all’asciugatura meccanica. In questo caso il vecchio e buon consiglio “chi più spende meno spende” e certamente veritiero e saggio!

federe e lenzuola

3. I cuscini

Pensaci: se dormi sulla pancia (come faccio io) stai letteralmente respirando il cuscino per sette ore a notte. Qui i consigli sono tre, ovvero: scegli un cuscino imbottito di materiale ipoallergico come il lattice o il memory foam. Molte persone sono allergiche alla piuma e alla lana, forse lo sei anche tu, ma se non vuoi cambiare il tuo cuscino, perché ha la giusta consistenza e ti trovi bene, ecco il secondo consiglio: ricopri l’imbottitura del tuo cuscino con una fodera ipoallergica. La fodera non sostituisce la federa in cotone, ma copre il cuscino e trattiene possibili polveri e acari. Le fodere ipoallergiche devono essere lavate con la stessa frequenza delle federe. Terzo consiglio: ci sono dei cuscini che hanno un’imbottitura che si può lavare anche in lavatrice, questa è un’ottima cosa perché li puoi lavare almeno una volta l’anno (o meglio ancora una volta a stagione). Puoi controllare sull’etichetta, al momento dell’acquisto, se ciò è possibile.

4. Il materasso

Anche per il materasso il consiglio è di investire in un copri materasso ipoallergenico per tenerti lontano da qualsiasi tipo di allergia, da acari della polvere e muffa. Se stai scegliendo un nuovo materasso assicurati che l’imbottitura sia rivestita con rivestimento ipoallergico, già così sei sulla strada buona. Io comunque ti consiglio di rivestire ulteriormente il materasso con un copri materasso totale, cioè quelli con la cerniera, che potrai pulire in lavatrice, almeno una volta al mese. Altro saggio consiglio: al cambio di stagione passa l’aspirapolvere su tutto il materasso.

5. La struttura del letto.

Anche la struttura del letto, che sia di legno, metallo e ancora di più se è imbottito, ha bisogno di cura e attenzione. Se è di legno o metallo va spolverato regolarmente, almeno una volta a settimana. Per i letti in tessuto imbottiti è fondamentale che siano interamente sfoderabili. Non fatevi catturare dal prezzo conveniente di un letto non sfoderabile. Un letto deve poter essere pulito, periodicamente, in ogni sua parte.

tappeto scendi letto

6. I tappeti

Scendere dal letto e sentire sotto ai piedi la morbidezza di un tappeto o il massaggio ruvido e stimolate di una stuoia e una gran bella sensazione! Ma tutte le belle cose, perché lo siano veramente, hanno bisogno di cure costanti. Quindi, nella scelta di tappeti o scendi letto, opta per quelli facilmente lavabili. Molto spesso passare l’aspirapolvere non basta, quindi, almeno in primavera e all’inizio dell’autunno, puliscilo a fondo in lavatrice o portali nei centri specializzi per il lavaggio dei tappeti.

animali domestici sul letto

 7. Gli animali domestici

Lo so il ronf ronf del tuo gatto è insostituibile e il cagnolino che ti scalda i piedi ti fa compagnia. Ti capisco, io amo gli animali con tutto il cuore però se hai seguito i consigli precedenti, ma il malessere mattutino continua a presentarsi, tenere gli animali lontani dal letto può essere un passo fondamentale per la tua salute.

Per consigli e consulenze contattaci 

foto fotolia  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.