A tavola con passione

Da:. “Feng shui in cucina” di Barbara Braj  ed. Xenia.

 

http://www.xenia.it/libri-barbara-braj-feng-shui-in-cucina-404.html

Ostriche al sakè

Pilaf di verdure

Tacchino e verdure freddi con salsa di senape

Cestini di mandarino

Per un incontro romantico, che deve creare un ‘intensa fusione tra la mente e il corpo dei due amanti, deve essere stimolata sia  l’ eccitazione sia la comunione spirituale.

Un’alternanza di Yin e Yang, che crea una sospensione e una tensione fisica e sentimentale, aiuterà a tenere alto il tenore dell’incontro.

 

Il menu consigliato crea complicità nella coppia. Le ostriche hanno un ch’i che si avvicina molto a quello sessuale, perciò possono stimolare l’espressione dei desideri più profondi.

Il pasto non deve risultare pesante per lasciare energie fisiche e mentali disponibili ai due amanti. L’alternanza di Yin e Yang permette di tenere l’eccitazione a freno fino al termine del pasto.
L’orientamento migliore in questo contesto è verso Ovest, perché è la direzione in cui il sole tramonta ed è associata alla sera e ai piaceri della notte. In realtà il sesso notturno è favorito dal Nord, il buio e la quiete delle coperte calde.I colori più favorevoli per un incontro d’amore sono il rosso, il rosa e il panna. Quest’ultimo farà da sfondo alla vostra tavola e verrà arricchito e intensificato con accessori, fiori e tovaglioli rossi mentre candele,  e piatti avranno sfumature di rosa che stimola il gioco erotico.La seta e i broccati, scelti con cura  nelle tonalità prima descritte, non faranno altro che favorire il rilassamento e l’intimità. Per profumare l’ambiente, scegliete delicate fragranze come la rosa o il muschio bianco, con molta moderazione.Il tavolo deve essere piccolo e ovale, le luci soffuse. Sulla tovaglia mettete solo due candele bordeaux o rosso scuro accese. Non dimenticate di creare un centrotavola apposito: cercate un fiore grande come un Lilium Casa Blanca che sia già aperto, togliete il polline e ponetelo in una ciotola di cristallo con poca acqua.

 

OSTRICHE AL SAKÈ

Ingredienti per 4 persone:

20 ostriche

4 cucchiai da tavola di sakè

60g di burro

1/2 tazza da tè di salsa di soia

3 cucchiai da tavola di zucchero

1 limone

sale fino

 

Coprite le ostriche con 6 tazze di acqua, in cui avrete fatto sciogliere 2 cucchiaini da tè di sale, e lasciatele purificare per 4-5 ore.

Preparate una salsa, mescolando la salsa di soia, lo zucchero e 2 cucchiai di sakè, e scaldatela a fuoco lento fino a

ridurla di 1/4.

Affettate il limone molto sottilmente.

Mettete le ostriche in una padella, aggiungete 2 cucchiai di sakè e cuocete con ilcoperchio per 4-5 minuti.

Togliete i molluschi dai gusci e friggeteli nel burro. Aggiungete la salsa addensata e cuocete ancora per 3-4 minuti a fuoco vivo.

Rimettete le ostriche nei loro gusci ben lavati e servite, guarnendo con le fette di limone.

 

PILAF DI VERDURE

Ingredienti:

500 g di verdure miste (piselli, carote, fagiolini ecc.)

500 g di riso

100 g di burro

2 cipolle

2 spicchi d’aglio

1 stecca di cannella

1/2 cucchiaino di peperoncino rosso

1/2 cucchiaino di zafferano

9 cardamomi

8 chiodi di garofano

50 g di uva sultanina sale

Far macerare il riso in acqua fredda per circa due ore e scolare.

Bollire separatamente, tenendole piuttosto al dente, le verdure e scolarle.

Rosolare a fuoco lento nel burro le cipolle e I’aglio,finemente tritati, con tutte le spezie, badando che la cipolla appassisca senza prendere colore.

Unire il riso e cuocere per circa 5 minuti; aggiungere tanta acqua bollente quanta ne basta a coprire il riso di almeno 2 dita. Salare, coprire e portare a cottura sempre a fuoco lento. Se a fine cottura rimane acqua in eccesso, farla evaporare togliendo il coperchio.

Mescolare con delicatezza al riso le verdure bollite e tagliate a piccoli dadi. Aggiungere, se piace, l’uva sultanina, fritta in pochissimo burro.

 

 

TACCHINO E VERDURE FREDDI CON SALSA DI SENAPE

 

500 gr. petto di tacchino

500 gr. insalata mista

Latte

Origano

senape Dijon Originale Maille

Prendete per prima cosa il petto di tacchino, conditelo con olio sale e pepe e poi arrotolatelo nelle pellicola trasparente per alimenti e chiudete come se fosse una caramella.

Mettete il petto di tacchinolo nell’acqua bollente e fatelo cuocere a fuoco spento per circa mezz’ora. Una volta fatto lasciate raffreddare. Lavate per bene l’insalata e mettete da parte. Prendete il rotolo di petto di tacchino e tagliatelo a fette.

Preparate ora la senape: mettete in una ciotola la senape con un goccio di latte, un filo di olio extravergine e origano e mescolate per far amalgamare il tutto. Prendete delle ciotoline di vetro o di ceramica bianca, mettete l’insalata verde, adagiateci sopra delle fette di tacchino e poi condite con la salsa alla senape che avete preparato.

 

 

CESTINI DI MANDARINO

Ingredienti:

8 grossi mandarini

2 fogli di colla di pesce

300 g di zucchero1 limone

Ammorbidire la colla di pesce in acqua tiepida.  Tagliare in due i mandarini, formando due mezzi cestini  con la buccia intatta. Passare la polpa al setaccio e unirne il succo alla colla di pesce sciolta, allo zucchero e al succo i del limone.

Mettere al fuoco. Mescolando con cura, cuocere a calo re molto moderato per circa 3-4 minuti, fino a che lo zucchero e la colla di pesce si siano ben sciolti. Lasciar intiepidire; versare un poco di liquido in ogni cestino di mandarino e porre a raffreddare sul piano più basso del frigorifero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.