5 idee per trasformare la tua la casa in un distributore di gioia

Trasforma la tua la casa in un distributore di gioia

Trasforma la tua la casa in un distributore di gioia ecco 5 idee per iniziare a farlo.

Cos’è la gioia? Questa parola meravigliosa che esprime un sentimento che può essere costantemente alimentato e tenuto vivo, come una fiamma, ogni giorno.

La gioia può includere la felicità, ma è molto più della felicità. La felicità dipende spesso da circostanze esterne, mentre la gioia è uno stato interno. L’energia positiva della gioia attrae persone e circostanze positive.

Certo non ci possiamo imporre di essere gioiosi a tutti i costi e ahimè, nessuno possiede un telecomando interiore che ci sintonizzi, in un attimo, sulle lunghezze d’onda della gioia. Ci sono però piccoli accorgimenti che ci possono connettere a questo sentimento, grazie a delle scelte d’arredo e decorazione, per la nostra casa.

1 Un ingresso che sprizza gioia.

La tua casa ti deve accogliere sempre con un sorriso e quando la lasci, ti deve salutare con serenità. Per fare questo devi, innanzi tutto, osservare cosa vedi quando entri in casa.

Un buon metodo è quello di scattare una foto, dell’interno della tua casa, stando sulla porta d’ingresso.

Vedere la foto ti aiuterà moltissimo ad osservare con attenzione, tutto ciò che visivamente ti accoglie quando entri in casa. Perché l’ingresso sia gioioso, deve essere libero dal disordine e  capace di contenere, con praticità, giacche, cappotti, ecc.

L’ingresso deve essere ben illuminato.

Quando si entra in casa si dovrebbe sempre sentire un buon profumo. Gli oli essenziali che più stimolano una sensazione di gioia interiore sono la lavanda, il basilico, l’arancia, rosa, ecc.

L’ingresso non dovrebbe avere colori troppo cupi, meglio colori neutri e luminosi o colori pastello.

Ok agli specchi purché non siano proprio di fronte alla porta, meglio di lato e non troppo piccoli. Si ad immagini che trasmettano allegria e vivacità. Possono anche essere delle belle foto o dei ricordi piacevoli di viaggio. Si a piante e fiori purché siano sempre freschi e vitali.

Quando usciamo di casa, per sentirci sereni, è indispensabile lasciare la casa in ordine, almeno l’ingresso dovrebbe esserlo. Dovremmo uscire di casa lanciando un rapido sguardo all’interno e sentirci soddisfatti della nostra abitazione, senza rimorsi per un disordine che ritroveremo, purtroppo, al nostro ritorno.

2 La luce non può mancare

L’illuminazione in una casa è fondamentale, la mancanza di luce, a lungo andare, toglie energia e positività. Se ci sono poche finestre, o l’appartamento non ha una buona esposizione, è bene integrare con luci a led, possibilmente a luce solare, e che si possa regolarne l’intensità.

3 Circondanti di immagini e oggetti gioiosi e positivi

Quadri e immagini alle pareti devono riprodurre soggetti gioiosi che ci trasmettano serenità. Anche le mensole e le librerie devono essere curate con oggetti ben proporzionati, puliti e mai polverosi. Questo non solo perché l’ordine (non maniacale) trasmette sempre buone vibrazioni, ma soprattutto, per non alimentare lo stress da pulizie non fatte… una delle tante fonti di ansia della nostra vita.

4 Mangia con stile perché il cibo è importante e lo sei soprattutto tu

Trasforma la tua la casa in un distributore di gioia apparecchiando sempre la tavola con semplicità e buon gusto. Quando mangi il cibo si trasforma in energia se lo fai prendendoti cura anche dei particolari, oltre all’energia fisica verrà potenziata anche la tua voglia di sentirti gioiosa/o, per te e per gli altri. . Anche se si mangi da soli è importante avere cura della tavola e di ciò che la decora. Se  mangia davanti al televisore (non è il massimo…ma a volte fa compagnia) cerca, comunque di curare ogni particolare: dalla forme e colore del piatto, alla disposizione dei cibi.

5 Costruisci con amore il tuo punto di ricarica di energia e gioia

Studia anche se la casa è piccola, una postazione di ricarica. Un po’ come le colonnine per ricaricare le macchine elettriche, anche la nostra casa deve avere uno spazio dove poter ritrovare sempre la gioia. Può essere ovunque, anche in bagno!!! Deve essere un posticino dove poter leggere se  ami la lettura, oppure sorseggiare un caffè, o ancora dove disegnare, scrivere, accarezzare il gatto, meditare o fare un po’ di movimento. Basta anche una poltroncina, un angolino dove poterti rilassare. Questo punto di ricarica deve essere pensato perché tu ti senta immediatamente più serena/o e gioiosa/o.

Vuoi una consulenza per rendere la tua casa  gioiosa? Mandaci le foto della tua casa e ti daremo subito dei consigli utili, scrivi a info@casatherapy.it oppure puoi inviarci foto e richieste tramite whatsapp al 346 73 181 30. Se poi vorrai procedere con una consulenza più approfondita, ti faremo un preventivo, che potrai decidere di approvare o no, senza impegno.

2 pensieri su “5 idee per trasformare la tua la casa in un distributore di gioia

  1. Chiara dice:

    Ho da poco visto un appartamento di circa 60mq che mi piace, sento che ci starei bene (ci vivrei da sola) ma ho alcuni dubbi sulla disposizione.
    La porta d’ingresso si apre a metà della lunghezza di un corridoio (c’é uno spazio, di fronte alla porta di 1 metro, che è la larghezza del corridoio). Subito sulla destra, attraverso un’apertura, si trova un open space soggiorno-angolo cottura, con 2 finestre, con affaccio sulla strada, che è piccola, nel centro storico, di fronte si trovano altre abitazioni. Sulla sinistra rispetto alla porta d’ingresso, proseguendo sul corridoio, trovo (nel lato sinistro) un guardaroba, poi la camera. Subito accanto, in fondo al corridoio, speculare all’apertura che permette di entrare nell’open space, si trova il bagno. Camera e bagno si affacciano sul retro. La piantina della casa é come se fosse una C rovesciata verso il basso (non tonda ma con gli angoli!).
    Il corridoio che è lungo 5 metri e largo 1 metro, collega le 2 stanze principali e il bagno.
    Dubbi:
    – planimetria: c’é un’area mancante, come se ci fossero 2 quadrati collegati, nella parte superiore, in alto, da un piccolo rettangolo.
    – la porta d’ingresso si apre praticamente sul muro…
    – l’open space, che vorrei utilizzare sopratutto come studio, è luminoso ma non mi permette di spaziare molto con lo sguardo (cosa che amo moltissimo e posso fare dove abito adesso) perché di fronte ho altre case, anche se la strada finisce su una bellissima piazza e la zona è molto bella.
    Grazie tantissimo per il tuo feedback

    • Paola Trevisan dice:

      Ciao Chiara,
      molto spesso ci innamoriamo di case che ci saranno utili per fare un passo in più nella comprensione di chi siamo e di ciò che vogliamo dalla nostra vita. Sono case che ci aiuteranno nella ricerca di qualche cosa che ci manca per essere completi.
      Altre volte, invece si cambia casa dopo qualche evento spiacevole che vogliamo allontanare e dimenticare.
      In entrambi i casi veniamo attratti da case “con un pezzo mancante” ovvero quelle che non sono a pianta quadrata o rettangolare.
      Quindi per prima cosa sarebbe utile approfondire anche punto della tua vita sei per capire se la casa che hai visto di può essere utile o ti potrebbe rallentare nel tuo percorso di vita.
      Detto questo (che meriterebbe un piccolo colloquio…se ti va) per quanto riguarda la vista sul palazzo di fronte può non essere un limite, ciò che è più importante è che la casa, e soprattutto lo spazio che vivrai di più, sia luminoso. La luminosità è importantissima perché ti darà sempre la carica e la voglia di fare e creare.
      Per la porta d’ingresso di fronte ad un muro sarà fondamentale ricorrere a luci, colori e a delle immagini che ti diano gioia e piacere ogni volta che entrerai nella tua casa.
      Se hai dei dubbi chiamami… senza impegno.
      Ciao un abbraccio
      Paola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.